Biopolitica e costruzione corporea del genere nelle attività motorie

Domenica 29 Ottobre
ore 17.00

Tavola rotonda

girlsontherun12

Con Alessandra Carenza, Alessandra Chiricosta, Valeria Dagianti, Iaph (Associazione Internazionale delle Filosofe), Gaia Leiss, Reti delle Palestre Popolari, Chiara Ruffini, Roberto Tofani

Che il genere sia un costrutto culturale e performativo è ormai dato acquisito, non solamente in ambito accademico. Tuttavia, una riflessione su quanto l’insegnamento e la pratica di sport, arti marziali e coereutiche siano ancora imprigionate in stereotipi di genere e quanto contribuiscano letteralmente ad incarnare e trasmettere tali stereotipi è ancora in una fase aurorale. Non si intende soltanto segnalare la già nota divisione in “sport da maschio” e “sport da femmina”, ma disvelare quanto proprio la performance, la ripetizione di atti motori contestualizzati in uno spazio agonistico e/o didattico ed espressivo agisca come dispositivo biopolitico e naturalculturale nel creare corporealtà segnate già da fortissime precategorizzazioni di genere o, al contrario, di fornire possibilità concrete e situate di uscire da tali schematismi e proporsi come vere e proprie vie di liberazione. Partendo da un superamento della divisione mente-corpo, e vedendo le corporealtà come “tessuti naturalculturali” (Braidotti) dotati di proprie “intelligenze” (Gardner), questo incontro intende mettere in luce quale visione dei generi e delle relazioni tra di essi vengono incarnati e performati nelle attività sportive, coreutiche, marzialistiche.

Partecipano: 

Alessandra Carenza. Insegnante di arti marziali presso la Pal Pop di San Lorenzo, formatrice della F.I.N. ex atleta di nuoto e calcio femminile.

Alessandra Chiricosta. Filosofa interculturalista specializzata in culture del Sudest Asiatico, femminismi transnazionali, corpo combattente femminile, educazione di genere, approccio alla pratica di arti marziali come via psicocorporea, etica, terapeutica. Insegna presso il Master in Politiche di Genere e Pari Opportunità dell’Università di Roma Tre. Fa parte di Iaph (Associazione Internazionale delle Filosofe). Insegnante di arti marziali presso lo Zen Shin Club.

Valeria Dagianti. Docente di Storia dello Sport all’università di Tor Vergata.

Gaia Leiss. Filosofa, gruppo di lavoro sulla forza combattente femminile, Nu Jin Dao. Fa parte di Iaph, Associazione Internazionale delle Filosofe.

Reti delle Palestre Popolari. La Rete mette insieme diverse realtà del territorio che si occupano di sport e di arti marziali e coreutiche a vari gradi e livelli. Si tratta di realtà che non seguono le logiche dominanti del profitto: l’obiettivo comune è quello di combinare qualità tecnica, avvalendosi di insegnanti formati, riconosciuti e competenti, con prezzi popolari e accessibili a tutte e a tutti. Il progetto educativo di questi spazi autogestiti è dunque frutto di una scelta politica che rispecchia quella del comitato di gestione. La Rete delle Palestre Popolari si dichiara con orgoglio antifascista, antisessista e antirazzista.

Chiara Ruffini. Atleta Marzialista. Laurea Magistrale IUSM, Oro ai Mondiali di Wushu. 

Roberto Tofani. Ex giocatore di Pallanuoto in serie A. Allenatore di Pallanuoto e Dottore in Scienze politiche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...